Federalismo demaniale perché Lega e Pdl hanno perso tempo? In 2 anni non è stato adottato nessun DPCM

Federalismo demaniale perché Lega e Pdl hanno perso tempo? In 2 anni non è stato adottato nessun DPCM

Scheda riepilogativa approvata dalla commissione bicamerale sul federalismo. Federalismo demaniale: adottati solo il 12% dei provvedimenti previsti

FEDERALISMO DEMANIALE Marco Stradiotto

Il decreto legislativo sul federalismo demaniale è stato il primo decreto approvato dopo l’approvazione della legge delega sul federalismo. Le norme sul federalismo demaniale prevedono che una serie di immobili appartenenti al patrimonio disponibile dello Stato vengano devoluti ai comuni e agli enti territoriali. Il decreto n.85/2010 prevede che oltre al patrimonio disponibile vengano trasferiti alle regioni i beni appartenenti al demanio marittimo e al demanio idrico. Dopo quasi 3 anni solo il 12% dei provvedimenti previsti dal decreto sul federalismo demaniale   sono stati approvati o adottati, non è stato adottato nessun DPCM dei 16 previsti dalla delega.  Il Decreto Legislativo n. 85 del 28 Maggio 2010  n.  85 prevede l’adozione di almeno 15 Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri  e di una serie di provvedimenti da parte dell’agenzia del demanio.

Se analizziamo la scheda riepilogativa allegata possiamo verificare che alla data di oggi non è stato emanato nessun DPCM, mentre l’Agenzia del Demanio ha emesso nei termini previsti  3 circolari.

Il Decreto Legge n. 95 del 2012 ha stralciato il Comma 6 dell’Art. 3, il comma 5 bis dell’Art. 5 e il comma  1 dell’art. 7.

La mancata attuazione del federalismo demaniale ricade totalmente nelle responsabilità del governo Berlusconi e quindi di Pdl e Lega se analizziamo i termini di adozione  previsti dal decreto legislativo possiamo constatare che i provvedimenti attuativi  dovevano essere tutti adottati al massimo entro il luglio del 2011.

 

 

http://www.marcostradiotto.org/wp-content/uploads/2013/01/attuazione-Federalismo-demaniale.pdf

Share